Rum e Cinema: i film dove il distillato dei tropici è protagonista

by

Il rum ha ispirato da sempre l’immaginario di molti cineasti, che hanno attribuito a questo distillato una centralità sia narrativa che iconografica in vari film. Pirati, scene di mare, ambientazioni caraibiche, storie di guerra, battaglie, sconfitte e vittorie costruiscono il contesto perfetto in cui il rum trova sempre una sua collocazione.

E così gli attori sorseggiano il «nettare della felicità»  tutti insieme, in scene divertenti, o in solitudine nei momenti malinconici. Il rum si trasforma anche in elemento importante della narrazione, che riesce a dare una svolta positiva alla vicenda. Ecco i film dove il rum recita la sua parte.

The Rum Diary – Cronache di una passione

Il rum è protagonista nel  film The Rum Diary – Cronache di una passione (2011), diretto da Bruce Robinson.  Il protagonista Paul Kemp (Johnny Depp) è uno scrittore newyorkese , gran bevitore, che non pubblica e non vende libri da tempo.

Quando l’uomo arriva a Porto Rico finisce in un turbine di rum e donne che trasformerà la sua vita; diventerà infatti un giornalista e uno scrittore di fama, grazie proprio al trasporto per questo paese e all’amore per la donna che qui incontra, Chenault.

Il rum in questo film è un elemento trainante della storia e parte integrante della vita del protagonista e  della società povera di San Juan.

Master and Commander – Sfida ai confini del mare

Il rum grog è invece protagonista nel film Master and Commander Sfida ai confini del mare (2003) di Peter Weir,  con Russel Crowe e ambientato durante le guerre napoleoniche.

Il grog è in realtà un punch a base rum che fu introdotto nel Seicento a bordo delle Navi della Marina Britannica a seguito della conquista della Giamaica da parte degli inglesi. Il Generale Venable e il vice Ammiraglio Penn, quando salparono dall’Inghilterra nel dicembre del 1654, avevano come obiettivo Hispaniola, da strappare al dominio spagnolo. La battaglia di Hispaniola fu un disastro, motivo per il quale i due decisero di ripiegare, questa volta con successo, sulla vicina e meno agguerrita isola di Jamaica, che venne strappata alla Spagna nel 1655. Dopo la conquista, in via del tutto ufficiosa, i due decisero di ripagare la propria truppa stivando rum a bordo delle navi, anzichè la solita birra. Questa, per quanto non doverosamente documentata, potrebbe essere la prima volta che il rum fa la sua apparizione tra i marinai inglesi. Per quanto i marinai abbiano apprezzato il rum molto più della birra amara e calda nelle loro traversate, la conquista di Giamaica non salvò comunque i due dall’ira di Cromwell per il disastro di Hispaniola, e nello stesso anno Penn e Venable vennero portati in catene nella Torre di Londra.

Dal momento che la razione pura dava effetti inebrianti e dunque problemi disciplinari, si decise di miscelare il rum con acqua e zucchero a cui venne presto aggiunta una dose di vitamina C per combattere lo scorbuto (quindi lime, limoni o altri agrumi), ovvero un punch che assume il nome di Old Grog nel Settecento, grazie all’Ammiraglio Edward Vernon, soprannominato appunto “Old Grog”.

I Pirati dei Caraibi

Nella serie de I Pirati dei Caraibi, da La maledizione della prima luna (2003), diretto da Gore Verbinski ,  a Oltre i Confini del mare (2011), di Rob Marshall, il rum ha un proprio ruolo insieme ai personaggi interpretati da Johnny Depp, Orlando Bloom,  Keira Knightley e molti altri ancora.

Famosa è la scena ne La maledizione della prima luna, quando Elisabeth Swann e laffascinante pirata Jack Sparrow sono da soli su unisola e iniziano a bere il rum per smorzare la situazione poco piacevole per entrambi.

A un certo punto a Elisabeth viene in mente di infiammare il rum e fare così segnalazione alle navi di passaggio, che poi li trarranno in salvo. Il rum ha quindi un ruolo fondamentale per il proseguimento della storia oltre ad essere motivo di discussione tra i due personaggi.

Marianna Feo

No Comments Yet.

Che cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *