LIBRERIA – Il Grande libro dei rum di Davide Staffa

by

Ricordo gli albori della mia passione per il rum. Era la fine degli anni ’90 quando assaggiai il mio primo rum liscio e mi innamorai di questo distillato. Ricordo la ricerca di informazioni, su una rete web che offriva pochissimo ed in una Italia in cui la cultura del rum era quasi nulla.

Ed allora ci si ingegnava, si cercavano informazioni dai distributori, da persone che lavoravano nel settore consciute casualmente a qualche evento oppure addirittura mai viste, ed in taluni casi, quando si riusciva ad averne i recapiti, anche dalle stesse aziende produttrici, fingendosi giornalisti di rinomate quanto inesistenti riviste italiane sugli spirits.

Bravate, follie dettate da una passione viscerale, la stessa che ti teneva attaccato ad un monitor con una rete internet che viaggiava a 33 kb con la tariffa urbana a tempo, tenendo assolutamente fuori uso il telefono di casa per intere nottate. Tutto per avere quella informazione in più. Quel dettaglio ulteriore.

Sembra ieri che fondai Isla de Rum, nel 2004, un blog online nato per gioco che totalizzava si e no 4 utenti, tra cui io. Ricordo ancora il primo vero articolo che scrissi. Tanta era la soddisfazione nel reperire informazioni che era quasi naturale cercare il modo di condividerle.

Sembra ieri.

Il Grande Libro dei RumOggi mi ritrovo tra le mani questo libro, datomi in anteprima dal caro amico Davide, e mi chiedo come sarebbe stato agli albori della mia passione avere un libro del genere a disposizione. La risposta è lampante: sarebbe stato meraviglioso!

In questo libro non troverete i dettagli tecnici dei processi chimici alla base dell’invecchiamento, nè uno studio accurato sui processi di fermentazione, nè una panoramica globale sulle tipologie e caratteristiche peculiari della canna da zucchero. Nulla di tutto questo.

Un atlante! La definizione che Davide stesso ne da in copertina racchiude la vera essenza di questo libro. Una cartina geografica dettagliata di tutti i rum presenti nel panorama mondiale, dai blasonati rum caraibici agli sconosciuti produttori del medio-oriente. Una ricerca immensa racchiusa in un unico grande libro, il Grande libro dei Rum.

Il libro si apre con la parte storica, dalla scoperta dell’ America alla nascita del rum, seguendone la storia fino ai giorni nostri. Viene successivamente trattata anche la storia della Canna da zucchero, con un breve riepilogo dei Cultivar. Successivamente vengono trattati sinteticamente, ma in modo fluido e chiaro, i processi di fermentazione, distillazione ed invecchiamento.

Infine, a chiusura della prima parte del libro, un breve escursus sulla classificazione, la degustazione e l’abbinamento con sigari e cioccolata.

A questo punto si apre la vera ed incredibile ricerca. Il “core” del libro, ovvero la sezione intitolata “LE AREE DEL MONDO”.

Un minuzioso elenco di oltre 500 pagine, regione per regione, distilleria per distilleria, di tutte le case produttrici e gli imbottigliatori indipendenti, suddivise per Continente/Nazione.

In tal senso è di grande utilità l’indice analitico all’inizio del libro stesso, in cui potrete trovare in dettaglio tutte le etichette.

Per ognuna di esse una scheda esauriente degli imbottigliamenti esistenti ed in gran parte dei casi una breve storia dell’azienda.

A chiusura del libro vengono infine illustrati alcuni dei possibili utilizzi del rum in cucina ed in miscelazione, con ricette gastronomiche fornite dai più grandi chef stellati del nostro paese. Ed infine i concorsi internazionali ed un pratico glossario.
In questa parte conclusiva ringrazio Davide anche per lo spazio dedicato ad Isla de Rum ed a ShowRUM.

Analizzando l’opera nel dettaglio possiamo sicuramente apprezzarne l’ampiezza dei contenuti e la grande ricerca alla base.

Navigare è più facile quando si ha la cartina!


 Davide StaffaIl Grande Libro dei Rum
autore: Davide Staffa
Gruppo editoriale DEGUSTA
ISBN: 9788888369112
Euro 49,00

No Comments Yet.

Che cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *