Il magico mondo dei rum demerara

by

Per diverso tempo mi sono interrogato su cosa ci fosse dietro la Demerara Distillers Ltd, quali alambicchi ancora funzionanti, a quali distillerie appartenessero, cosa c’era nei blend El Dorado.
Ho fatto ricerche su ricerche e questo articolo è una summa di quanto ho potuto trovare e di quanto mi è stato detto dalla distilleria.

Leonardo Pinto


Storia

Demerara_Distillers_Rum_Spirits_DistillatesI primi a colonizzare la Guyana furono gli olandesi, nel 1616, sottomettendo il distretto di Essequibo, successivamente nel 1627 quello di Berbice e nel 1741 Demerara. Nel 1796 gli inglesi conquistarono queste zone ai danni degli olandesi, annettendo Demerara ed Essequibo come unica entità nel 1814. Nel 1831 a Demerara-Essequibo venne annessa anche Berbice, formando l’attuale Guyana Britannica che ottenne l’indipendenza solo nel 1966.
Il nome “Demerara” deriva da parole di origine Arawak, “Immenary” o “Dumaruni”, che significano “fiume di legno”.
A seconda della fonte da cui si attinge si stimano dalle 200 alle 400 distillerie in Guyana nel diciassettesimo secolo. Nel 1849 solo 180 e sul finire del diciannovesimo secolo 64.
Negli anni sessanta solo tre distillerie erano ancora “fumanti”: Enmore, Diamond e Uitvlugt (“eye-flat”), le quali avevano a loro volta rilevato alcuni degli alambicchi delle distillerie chiuse nel corso degli anni. In questi anni gran parte delle industrie, distillerie e piantagioni di zucchero in Guyana erano di proprietà estera.
Dopo l’indipendenza, nel 1966, il presidente Forbes Burnham fece in modo che tutte le aziende residenti in Guyana, distillerie comprese, diventassero per almeno il 51% di proprietà dello stato della Guyana.

Le piantagioni “Booker Sugar Estates Limited” e “Tate and Lyle and Jessels Holdings” si fusero in “Guyana Sugar Corporation” (GuySuCo). Nel 1993 le tre distillerie ancora in funzione si fusero nella Demerara Distillers Limited, privatizzata negli anni successivi. L’attività della UITVLUGT continuò in modo indipendente fino al 2000. Da quel momento la Demerara Distillers Limited rimase l’unica distilleria della Guyana con sede a sud di Georgetown.


Alambicchi

ehp-enmore-coffey-stillDopo una serie di ricerche e grazie all’aiuto di Karl Canto possiamo riassumere gli alambicchi presenti alla DDL ancora in funzione in:

4 Coffey Still a doppia colonna in metallo
1 Alambicco continuo a cinque colonne in metallo
1 Rettificatore
2 Pot Still in metallo
2 French-Savalle Still a 4 colonne provenienti dalla UITVLUGT
1 Pot Still Singolo in legno proveniente dalla Versailles
1 Doppio Pot Still in legno proveniente dalla Port Mourant
1 Coffey Still in legno proveniente dalla Enmore

Appena raccoglierò tutte le informazioni che mi occorrono non esiterò a pubblicare un breve articolo sul funzionamento di questi alambicchi.

Intanto possiamo con un piccolo prospetto riassumere anche le sigle della DDL come segue:

EHP distilleria ENMORE
piantagione ENMORE
alambicco COFFEY in legno
PM distilleria ALBION
piantagione PORT MOURANT
alambicco Doppio POT STILL in legno
VSG distilleria VERSAILLES
piantagione VERSAILLES
alambicco POT STILL in legno
SVW distilleria DIAMOND
piantagione DIAMOND
alambicco COFFEY in metallo
GS distilleria UITVLUGT
piantagione UITVLUGT
alambicco FRENCH SAVALLE a 4 colonne
AN distilleria ALBION
piantagione ALBION
alambicco FRENCH SAVALLE a 4 colonne
SWR distilleria SKELDON
piantagione ROSE HALL
alambicco FRENCH SAVALLE a 4 colonne
B distilleria BLAIRMONT
piantagione BLAIRMONT
alambicco FRENCH SAVALLE a 4 colonne
LBI distilleria LA BONNE INTENTION
piantagione LA BONNE INTENTION
alambicco FRENCH SAVALLE a 4 colonne
ICBU distilleria UITVLUGT
piantagione UITVLUGT
alambicco FRENCH SAVALLE a 4 colonne

Originariamente alcuni di questi alambicchi (per chi avesse la fortuna di avere a casa dei Demerara risalenti a prima delle varie fusioni) erano diversi, nello specifico:

SVW veniva distillato con un Coffey Still in legno,
AN con un Coffey Still,SWR con un Blair Still continuo,
B con un alambicco continuo
LBI con un Coffey Still
e ICBU con un Blair Still continuo.

 


el-dorado-logo

 

BLEND ELDORADO

Per finire non potevano mancare le composizioni dei blend ElDorado, prodotti di punta della DDL. Nel prospetto seguente la composizione dei vari prodotti.

ElDorado  3YO: SWR con l’aggiunta di B

ElDorado  5YO: EHP con l’aggiunta di ICBU

ElDorado  8YO: EHP e SVW con aggiunta di GS

ElDorado 12YO: SVW con aggiunta di EHP

ElDorado 15YO: PM e SVW con aggiunta di EHP e VSG

ElDorado 21YO: AN con aggiunta di EHP e VSG

ElDorado 25YO: EHP e LBI con aggiunta di PM e AN

 

 

No Comments Yet.

Che cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *