Cocktail con «perle agrumate» di Finger Lime

by

Hai mai sentito parlare del Finger Lime? Si tratta di un frutto simile ad un lime oblungo,  con la polpa composta da tante piccole perle succose e scoppiettanti, che sono simili al caviale, motivo per cui il Finger Lime è chiamato anche Limone Caviale.

Il gusto del Finger Lime  è aspro e acidulo, per questo è capace di coniugarsi con diversi tipi di bevande. Le sfere di Finger Lime possono essere usate per preparare  cocktail elaborati, sostituendosi al lime, esaltano così anche i “grandi classici” come il mojto.

Come si usa

Del Finger Lime non si butta via niente. Infatti, di questo frutto non si usa solamente la polpa, ma anche  la buccia. Grazie alla sua aromaticità, viene molto utilizzata nelle preparazioni di liquori.

Un solo frutto pesa mediamente 70 grammi e la resa della polpa può essere molto elevata. Ne basta infatti veramente poca quantità per dare  un tocco speciale a qualsiasi ricetta.

Questo agrume ha proprietà antisettiche, contiene vitamina C, B6, acido folico e potassio. Inoltre,   favorisce la digestione.

Le varietà di Finger Lime

 Esistono vari tipi di Finger Lime. Il Finger Lime Faustrime, a polpa bianca, è un agrume ibrido di limequat, kumquat e finger lime australiano e si tratta della tipologia più usata nelle preparazioni di vari piatti, come sostituto del sale.

I Finger Lime Sanguinea hanno invece la buccia di colore marrone,  ricca di oli essenziali, mentre la polpa è costituita da perle profumate  color rosa. Viene usato nei cocktail e in cucina per arricchire i piatti a base di pesce.

Il finger lime è quindi adatto sia come decorazione dei nostri drink o dei side, con un bell’effetto visivo che ricorda il caviale, sia come ingrediente nella miscelazione.

Marianna Feo

No Comments Yet.

Che cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *